Qual è il miglior hosting per WordPress ?

La scelta di un servizio di hosting per WordPress può sembrare una passeggiata in un parco e ad un occhio poco esperto un servizio potrebbe valere l’altro, ma in realtà ci sono molti fattori da tenere in considerazione prima di premere il tasto acquista; infatti è facile cascare in quei servizi di hosting che per 9€ l’anno sembra che ci regalino di tutto, spazio, banda, cPanel, Plesk, caselle di posta, database, ecc, ecc…. ma un momento, sappiamo realmente come deve essere l’hosting per un determinato progetto, sito o blog ? No ? Bene direi che siamo a cavallo! 😀

In questo articolo voglio parlare, anche degli aspetti più tecnici di come scegliere un servizio di hosting per WordPress; infatti su internet si trovano una miriade (e sto facendo un eufemismo!) di opinioni in merito a servizi di hosting, chi ne parla bene e chi ne parla male, fate molta attenzione perchè molti articoli che si trovano in rete parlano bene di servizi di hosting solo perchè poi se acquistato attraverso il link che si trova nell’articolo che leggete, poi chi l’ha scritto acquisisce degli sconti, dei premi, dei crediti o dei soldi, a seconda delle politiche del servizio stesso, quindi occhio perchè non è tutto oro quello che luccica !

hosting wordpress veloce

Io stesso spesso vengo contattato da provider che mi chiedono una recensione del loro servizio offrendomi dei piani gratuiti per effettuare dei test e successivamente mi offrono un sistema di affiliazione, purtroppo (ma lo capisco) per ovvi motivi i piani non possono tenermeli attivi anni, me li lasciano attivi indicartivamente per un paio di mesi, ma io in così poco tempo come posso capire se un provider è “buono” oppure no ?

Per come sono fatto io, e lo so che può essere contro producente ma che ci volete fare mi piace essere onesto con i clienti, prima di consigliare qualcosa a qualcuno la devo provare centinaia di volte, la voglio conoscere nei pregi e nei difetti e ci voglio andare fino in fondo, quindi questo articolo potete stare certi al 100% che è veritiero.

Ovvio che quello che sto scrivendo non è la verità assoluta, semplicemente mi baso sulle mie esperienze e competenze che ho acquisito nel tempo; se poi vi trovate bene sul provider in cui siete non vedo perchè dovreste cambiarlo.

Quali aspetti da considerare per un servizio di hosting WordPress

Intanto c’è da dire che WordPress sembra un sistema snello, e lo è probabilmente fine a sè stesso, ma se si cominciano ad installare plugin su plugin per aggiungere nuove funzionalità, si arriva ad avere un’installazione un pò pesantina da gestire, quindi oltre a consumare spazio su disco consumerà risorse in abbondanza e se il server su cui è ospitato non è prestante avere il sito lento o offline è un attimo.

La prima cosa da fare è porsi delle domande per capire su quale servizio orientarsi; ai miei clienti consiglio sempre di pensare in modo “futuristico”, cioè magari partiamo adesso con un sito vetrina ma fra un anno ci implementiamo un blog e poi dopo 6 mesi un ecommerce, ovvio che il piano di hosting scelto per WordPress non potrà essere lo stesso in questo lasso di tempo.

  1. è un sito vetrina ?
  2. è un blog ?
  3. è un ecommerce ?
  4. avrà tante immagini ?
  5. è multi lingua ? da quale parte del mondo si prevede che arrivino i visitatori ?
  6. prevedo di farci attività SEO per l’ottimizzazione sui motori di ricerca ?

Bene una volta risposto a queste domande, dovete tenere conto che ogni servizio di hosting deve essere diverso perchè è diverso ogni progetto, è un pò come l’auto, oggi ho la Smart perchè vivo da solo, domani mi servirà la Punto perchè sarò sposato e più avanti una Station Wagon perchè avrò famiglia, il discorso fila no ? Con il servizio di hosting è lo stesso discorso, meglio scegliere subito quello giusto perchè poi fare il trasferimento di un sito WordPress non è proprio come camminare in un prato fiorito in un giorno di primavera!

Vediamo in dettaglio gli aspetti più tecnici da considerare

hosting wordpress ergonet

Spazio su disco

WordPress occupa un’inezia appena installato, parliamo di circa 10Mb, ma l’installazione di plugin, la creazione di pagine, articoli e l’inserimento di file media come video ed immagini va ad influire sulla quantità di spazio, soprattutto se le immagini non sono ottimizzate (qui ho scritto un articolo su come ottimizzare le immagini  senza perdere la qualità); quindi mi sento di sconsigliarvi quei piani di hosting che offrono poco spazio.

Il database

Il database deve essere MySQL, WordPress usa quello, di norma ne serve uno solo ma se prevedete di installare più versioni di WordPress o comunque avete la necessità di averne più di uno, lasciate perdere i servizi che offrono solo un 1 db.

Ricordarsi di scegliere e di chiedere se non è specificato, quei servizi che non hanno limite sulle query MySQL, altrimenti il rischio è di avere un sito lento ed a volte offline.

Pannello di controllo, meglio Plesk o CPanel ?

Qui è più una questione di abitudine, cito questi due perchè sono quelli più diffusi, avendoli testati entrambi se dovessi scegliere opterei più per CPanel, nativo Linux e con molte features, qualche pecca nella traduzione in italiano, considerate comunque che non è vitale perchè non ci lavorerete spesso con il web panel e poi comunque subira degli aggiornamenti anche nelle traduzioni.

Personalmente in linea generale, preferisco un pannello di controllo fatto su misura piuttosto che averne uno con migliaia di opzioni che fanno solo numero e che poi non utilizzerò mai.

Il traffico e la banda

Cerchiamo di fare chiarezza perchè dire banda e dire traffico non sono assolutamente la stessa cosa, il traffico è quello che il provider vi riserva, di solito mensilmente, il traffico più comune dei piani di hosting standard è di 10Gb / mese; la banda invece è la capacità di gestione del traffico che ha un determinato provider ed è data in Mbit (un pò come la linea ADSL di casa) più banda avrò a disposizione e più navigherò velocemente, i provider spesso inseriscono di fianco alla banda la dicitura “best offert”, che anche qui funziona un pò come le centrali di Telecom, la banda è sempre la stessa e la velocità del singolo utente dipende da quante utenze sono state attivate sulla stessa centrale (se avete internet lento adesso sapete perchè!).

I server di hosting condiviso sono vero similmente identici, più siti ci sono su un server meno banda avrà a disposizione il singolo sito internet, in quanto deve essere divisa con tutti; un conto è divdidere 100Mbit per 10 siti un conto è dividerla per 1000, purtroppo molti provider tendono a fare “overbooking” perchè i server hanno dei costi molti alti, quindi mettono più siti su un server di quanti ne potrebbe realmente ospitare, poi oltre alla banda diminuiscono anche le performance perchè le risorse hardware devono essere anch’esse condivise, ma questo è un discorso a parte che affronteremo quando parlerò dei server cloud virtuali in un altro articolo.

Ad ogni modo se ho sollecitato la vostra curiosità, avevo scritto un articolo che parlava di come scegliere l’hosting Joomla e spiegavo più in dettaglio il discorso traffico / banda.

Il servizio di assistenza

Uno dei punti dolenti su cui ragionare è proprio l’assistenza, infatti fino a che non ci sono problemi sono tutti bravi e campioni, la differenza si nota nel momento del bisogno, dato che l’assistenza via ticket o chat oramai è attiva sulla maggior parte di provider, ciò che è da tenere in considerazione sono i tempi di risposta e le alternative a ticket e chat; vi consiglio di valutare quanto segue prima di prendere una decisione :

  1. assistenza telefonica; prediligere quei provider che hanno anche l’assistenza telefonica, non mi riferisco ad un numero commerciale da chiamare ma proprio all’assistenza tecnica in caso di necessità
  2. assistenza telefonica inclusa ; ci sono alcuni provider che questo tipo di servizio lo fanno pagare come extra, prima vi allettano con i piani di hosting a basso costo e poi quando qualcosa non funziona vi pettinano per bene i capelli con tariffe assurde per fornire un servizio che di norma dovrebbe essere incluso
  3. in italiano : se non conoscete bene l’inglese opterei assolutamente per l’assistenza in lingua italiana, perchè farsi capire in un’altra lingua se si ha un problema non è cosa semplice

Fate delle prove prima di acquistare, chiamate chiedendo consigli e sentite magari qualche vosto amico o conoscente che ha già avuto esperienza con il provider che state scegliendo e poi fate le vostre valutazioni.

Server e datacenter in Italia o all’estero ?

Qui ci sono varie scuole di pensiero, sulla base della mia esperienza vi dico che dipende dal tipo di progetto che dovete realizzare, in linea di massima sarebbe meglio avere i server in Italia, nel nord Italia ci sono i nodi più importanti di datacenter, per esempio Milano e Torino, a Milano agli inizi del 2000 feci un intervento sistemistico e di fianco avevo il nodo di Google Italia 🙂 , questo per farvi capire che se Google ha scelto il nord Italia avrà avuto i suoi buoni motivi !

Un aspetto da tenere in consdiderazione è che se il target dei clienti dei navigatori del sito internet è italiano, direi che è molto meglio avere un server in Italia, risponderà molto più velocemente che un server negli USA a Londra o compagnia; considerando che sono veramente pochi i provider che si possono permettere migliaia di datacenter in stile Google e Amazon e quindi il tempo di risposta è quasi identico di un server localizzato in Italia, si fa presto a farsi due conti.

La mia esperienza e le opinioni su Ergonet

In questi anni di lavoro da sviluppatore web posso dire di averne viste di ogni tipo e di aver testato, purtroppo a volte anche direttamente sulla mia pelle, moltissimi provider e servizi di hosting, fino a che una decina di anni fa circa ho conosciuto Ergonet, un hosting provider con sede a Montefiascone (VT); ai tempi si limitava ad offrire 4 pacchetti di hosting (Hosting WordPress, Hosting Joomla, Hosting Windows, Hosting Linux) con le varie opzioni disponibili tipo database illimitati, caselle email illimitate IMAP/POP3 e domini di terzo livello illimitati; ora ovviamente il sito ha subito un restyling ed offrono molti più servizi e possiedono due datacenter uno a Milano ed uno a Torino.

Hosting WordPress - Ergonet

Oramai è 10 anni che mi affido a loro per l’hosting WordPress e quello Joomla, ho attivato anche un server Cloud che è quello su cui sta girando il mio sito dove stai leggendo questo articolo, non una pecca, un servizio cortese e sempre disponibile e spesso mi hanno dato assistenza anche oltre il “dovuto”; dico la verità ho provato anche servizi diversi mentre ero in rapporti con Ergonet ma sono tornato all’ovile 🙂 , non è tanto una questione di prezzi ma è proprio che hanno quella cosa che molti provider non possiedono, il lato umano e poi comunque le cose funzionano non c’è niente da fare!

Come hosting WordPress mi sento di consigliarvi il pacchetto Hosting Smart WordPress che già quello standard è ottimo, ma se volete una marcia in più in termini di sicurezza e perfomance aggiungerei il backup settimanale e il disco SSD, la prima opzione permette di avere un backup dell’intero sito Worpdress su un server esterno, all’occorrenza aprendo un ticket o chiamando l’assistenza vi possono recuperare il sito intero, un singolo file o il database, e lo fanno loro, quindi se non avere esperienza in merito non dovete preoccuparvi; il disco SSD invece serve ad avere il sito un poco più veloce, certo non aspettatevi effetti speciali ma sicuramente più veloce del disco tradizionale.

Concludo dicendo, che i ragazzi di Ergonet ho avuto modo di conoscerli di persona al Joomla Festival del 2015 che si è tenuto a Milano, persone umili e simpatiche come lo sono al telefono.

Bravi e complimenti 🙂

Lascio qualche immagine del pannello di controllo di Ergonet, non entro nello specifico perchè dovrei oscurare tutti i dati sensibili e rimarrebbe poco, ma è giusto per darvi un’idea di com’è.

Dico subito a chi potesse pensare che ho scritto questo articolo per fini commerciali o che magari ho degli introiti eventualmente dai link, che non è così, al momento Ergonet non ha un servizio di affiliazione, quindi l’ho scritto solo perchè credo ne valga la pena e perchè a mio parere se lo meritano davvero.

Sto rompendo un pò le scatole 😀 al mio omonimo Alessio di Ergonet per avere un coupon sconto da condividere in questo articolo così lo potete utilizzare come codice sconto per fare acquisti, al momento tutto tace ma so che ci stanno lavorando, appena ce l’ho lo aggiungo qui.

Alla prossima!

Aggiornamento 02/11/2015

Ergonet mi ha rilasciato il codice coupon 🙂 Il codice prevede uno sconto di ben il 15% su tutti i prodotti presenti nel carrello.

Credo sia utile soprattutto se non conoscete il servizio, così lo potete provare ad un buon prezzo 🙂

Lo sconto ha le seguenti caratteristiche :

  • può essere utilizzato più di una volta ed in giorni diversi
  • è valido su tutti i prodotti che avrete nel carrello (anche se non sono per WordPress)
  • è uno sconto del 15%
  • non è ricorrente, quindi all’eventuale rinnovo del servizio lo sconto non potrà essere applicato

Lo sconto lo potete applicare dopo che avete inserito il prodotto nel carrello, in fase di registrazione troverete una sezione con scritto “Codice Coupon”, inserite il codice che vi lascio sotto e cliccate su “Convalida Codice”.

codice coupon sconto hosting ergonetEcco il codice coupon sconto per l’hosting di Ergonet

ANGELOROBLOG

 

http://ad.zanox.com/ppc/?43729199C765911427T

2 commenti su “Qual è il miglior hosting per WordPress ?

  1. Ciao,
    ho sempre usato Netsons e mi sono trovato bene in tutto, come prezzo-servizio è a livello di Ergonet. Ora ho un blog su Altervista free, poi in futuro vedrò. Secondo te può andare anche Netsons per un blog?

Commenta l'articolo

Bisogno di postare codice ? Usa un servizio gratuito come Codeshare altrimenti WordPress formatta male il codice!

Pin It on Pinterest

Condividi l'articolo. Grazie.

Vuoi essere aggiornato ?