Cerca
Generic filters
Frase esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Filter by Custom Post Type
Filter by Categorie
Quick Snippets
Guide e Tutorial Joomla
Guide e Tutorial Wordpress
Notizie
Programmazione Web
Trucchi e Guide Apple Mac OS
Filtra per Tags
Seleziona / Seleziona tutti
acf
action
aggiornamento joomla
aggiornamento virtuemart
aggiungere campi
akeeba
amazon s3
amazon web services
angularjs
apache
aruba
autopost
aws
backup
backup buddy
blocksit.js
bootstrap
bordi arrotondati
cache
caching
campi personalizzati
captcha recaptcha
cf7
chronoforms
cloud
compressione file
compressione immagini
conditional fields
contact form 7
countdown
cpt
css
css framework
css3
custom post type
custom registration
data di nascita
debug
disegni
downgrade
draw
ec2
endpoints
ergonet
font awesome
font custom
fontweb
form
front end
ftp
functions.php
funzioni
glyphicons
google
hook
hosting
hosts
html
html5
image optim
immagini
javascript
joomla
joomla api
joomla development
joomla festival
joomla lombardia
joomla update
jquery
k2
lightbox
login
mac
mac os
mamp
metabox
mobile friendly
multilingua
mysql
news
ottimizzazione
ottimizzazione immagini
override
password
pdf
php
plugin
qtranslate
redis
registrazione
registrazione utente
responsive
restore
ripristino
roolback
rounded tables
select
seo
server php locale
shortcode
shortpixel
sicurezza
smau
social
spotlight
SSL
system cache
table
template
tooltips
trasferimento sito
trucchi
twitter
ubuntu
uikit
user meta
visio alternative
web advisor
widget
widgetkit
windows
woocommerce
wordpress
wordpress api
wp capability
wp user
wp-config.php
wp_query
wug
xampp
yootheme

Come ottimizzare le performance di un sito WordPress

Contenuto mancante

1- Disabilità ADS Block e ricarica la pagina

2- Ricarica la pagina

 

Se il tuo sito internet è lento a caricarsi e nella navigazione delle pagine può dipendere da diversi fattori, vediamo assieme quali.

Hosting e Server

Miglior server cloud cvhIn primis uno dei fattori che gioca un ruolo molto importante nelle performance di un sito WordPress è sicuramente il servizio di hosting, spesso infatti ci si orienta sulla scelta del servizio di hosting considerando solo il basso prezzo e la quantità di spazio su disco, quando invece questi dovrebbero essere gli ultimi due aspetti da considerare.

Fate molta attenzione quando cercate sul web le recensioni dei vari provider, purtroppo su internet si trova di tutto e si trovano anche specchietti per le allodole, alcuni articolo infatti parlano bene di un provider piuttosto che un altro semplicemente perchè lo stanno sponsorizzando attraverso un profiquo programma di affiliziano, quindi occhio perchè non è ora tutto quello che luccica!

Un buon servizio di hosting non lo si valuta certo dal prezzo del piano ma dai seguenti fattori :

  1. Qualità del servizio di assistenza
  2. Locazione dei server
  3. Tipologia di configurazione dei server
    – Sistema operativo ? Linux o Windows ? Per WordPress è sempre meglio Linux
    – Server web ? Apache, NGIX, IIS
    – Tipo di datacenter ?  Dove è localizzato ? I migliori sono nel nord Italia (Milano, Torino)
    – Gli spider dei motori di ricerca hanno libero accesso ? Si perchè alcuni provider li bloccano e poi il sito non si indicizza su Google e gli altri motori
  4. Quali librerie e moduli ci sono installati ?
  5. E’ un hosting condiviso ?
  6. Quanto spazio ho a disposizione ?
  7. Quanto traffico e banda ho a disposizione ?
  8. Qual è il limite delle query MySQL ?

Un ottimo servizio di hosting per WordPress che mi sento di consigliarvi, che utilizzo da decenni e con cui mi trovo bene è Ergonet, qui se volete c’è anche un coupon alla fine dell’articolo.

Contenuto mancante

1- Disabilità ADS Block e ricarica la pagina

2- Ricarica la pagina

Quantità di plugin installati

Inutile dire che più plugin ci sono su un’installazione di WP e più lento sarà, certo poi dipende anche dal tipo di plugin, per questo infatti sarebbe meglio fare un’analisi approfondita prima di pensare che il problema possa essere quello.

Valutate bene se i plugin installati sono tutti necessari, quelli che non vi servono disattivateli e poi eliminateli, verificate se alcuni possono essere sostituiti da semplici funzioni, qui ho scritto come si crea una funzione PHP .

Come minificare CSS e JS

I file CSS e JS possono essere compressi, in gergo “minificati”, ossia eliminare gli spazi non utili all’esecuzione del file e degli script, questo permette di diminuire le dimensioni dei file che devono essere caricati ogni volta che viene visitata una pagina, quindi minore è la dimensione del file e più velocemente verrà caricata la pagina, aspetto molto importante anche per la SEO visto che è uno degli aspetti che Google tiene in considerazione per l’indicizzazione dei siti internet.

Per comprimere i file di solito utilizzo il plugin gratuito Autoptimize

Come comprimere e ottimizzare le immagini

come comprimere le immaginiL’altro aspetto che purtroppo molti trascurano sono le dimensioni delle immagini, non serve caricare un’immagine di 4500×3000 px se poi la utilizziamo a 200×150 px, che senso ha occupare così tanto spazio per nulla ?

Ricordarsi poi che le immagini piccole come icone, loghi di piccole dimensioni o immagini che non devono avere ottima qualità, possono essere salvata in formato .gif, che è il formato web per antonomasia, infatti è quello che pesa di meno perchè ha solo 256 colori.

Per ottimizzare le immagini prima del caricamento potete utilizzare quest’app ImageOptim su Mac , su Windows invece questo tool online https://compressor.io/compress

Se invece volete comprimere le immagini direttamente da WordPress potete utilizzare due plugin, WP Smush o EWWW Image Optimizer , il secondo a mio parere il migliore, ma funziona solo se il vostro hosting supporta php exec() .

Come sfruttare la cache del browser via htaccess

Un altro trucco è quello di sfruttare la cache del browser impostando una scadenza sui file css, js e le immagini, è sufficiente copiare nel file .htaccess del vostro sito il codice sottostante.

Come installare un sistema di cache per velocizzare WordPress

L’ultima dritta che vi posso dare è quella di installare un sistema che lavori sulla cache, dopo vari test sui miei siti, la configurazione migliore ho notato che è la configurazione di W3 Total Cache su WordPress e Redis su server.

wp hummingbirdSu server, la cosa migliore sarebbe un cloud, un vps o un dedicato, purtroppo su un hosting condiviso farebbe più male che bene, è quello di installare un sistema di caching come Redis, MemCached oppure Varnish, sono 3 moduli di Apache che si interpongono sulla porta 80 (http) e fungono da filtro per tutte le richieste http al vostro sito, in sostanza anzichè effettuare una query al database MySQL ogni volta che un utente clicca su una pagina, la cache serve per prima la pagina, in questo modo i tempi di risposta sono nettamente inferiori, di parecchio!

Un altro ottimo plugin per la cache è Hummingbird e racchiude in sè la possibilità di definire la cache del browser, utilizzare Cloud Flare, minificare CSS e JS, abilitare la compressione GZIP.

Analizza il tuo sito gratuitamente con Google Page Speed Insights

Come leggere i risultati

Il sito ha gravi problemi, è necessario intervenire tempistivamente.

Alcuni aspetti sono ottimizzati ed altri no, è necessario comunque un intervento.

Tutto Ok! Se la percentuale è 100% non serve intervenire, diversamente valutare la correzione degli errori segnalati.

Commenta l'articolo

Bisogno di postare codice ? Usa un servizio gratuito come Codeshare altrimenti WordPress formatta male il codice!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Condividi l'articolo. Grazie.

Vuoi essere aggiornato ?